Iniziamo con il farci qualche risata su come

NON va lavato l’interno dell’auto

  

Dopo questo simpatico video, andiamo ad illustrare i vari tipi di pulizia e lavaggio degli interni dell’auto, mettendo in evidenza i pro e i contro dei vari sistemi.

Per prima cosa,  un aspirapolvere, per quanto sia potente, non eliminerà lo sporco, ma soltanto quello visibile ad occhio,  eliminando non più del 25 / 30% dello sporco.

Quali sono i sistemi di lavaggio degli interni delle auto più utilizzati?

1. Lavaggio ad acqua

maesIniziamo con il lavaggio ad acqua, utilizzato dalla maggior parte degli autolavaggi. Questo sistema di lavaggio, era un ottimo sistema per le auto di qualche anno fa’, dove i tessuti che ricoprivano e rivestivano i sedili delle auto erano molto pesanti e spessi. Il macchinario utilizzato per questo sistema, è formato da un serbatoio che contiene acqua e detergente (shampoo o sapone), un aspiratore e un serbatoio di raccolta. Il principio base è quello di spruzzare l’acqua e il detergente e farlo agire sul tessuto e successivamente aspirare il tutto. Il sistema può essere utilizzato anche per la mouquette del pavimento, del bagagliaio, per i pannelli delle portiere, ma è ASSOLUTAMENTE SCONSIGLIATO per il sottotetto, in quanto è un elemento dell’auto molto delicato e il contatto con l’acqua lo rovina irrimediabilmente e, la sostituzione è un’operazione non proprio economica.

2. Lavaggio a schiuma

1Il lavaggio a schiuma, utilizza principalmente lo stesso principio del lavaggio ad acqua. L’unica differenza è che il detergente viene posato sul tessuto sotto forma di schiuma anzichè liquido. La procedura è la stessa descritta per il lavaggio ad acqua e anch’esso può essere fatto per la mouquette del pavimento e baule e per i pannelli delle portiere. Anche questo sistema è ASSOLUTAMENTE SCONSIGLIATO per il sottotetto.

Perchè questi due sistemi utilizzati da anni non sono più consigliati per le auto moderne?

211 foto11Come abbiamo detto all’inizio, i tessuti utilizzati per le auto di nuova generazione, sono molto sottili, delicati e con fibre molto fitte. Con i sistemi illustrati sopra, il detergente o la schiuma, penetra sotto il tessuto, bagnando anche l’imbottitura del sedile. Che può essere paragonata ad una spugna e assorbe una grande quantità di liquido e schiuma ed impiega moltissimo tempo ad espellere il liquido e ad asciugarsi. La stoffa al tatto sembra asciutta, ma sotto, l’imbottitura non lo è e, solitamente impiega molti giorni ad asciugarsi, utilizzando normalmente l’auto, con la pressione esercitata dal nostro peso sul sedile, favoriamo la risalita dell’acqua e del detergente verso l’alto e il risultato è la comparsa di macchie e aloni, come visibile in queste foto.

Con il continuo utilizzo di questi due sistemi, si crea anche un’altro problema e danno non visibile ad occhio, IMG_5436 IMG_5435 imagesun danno anche in questo caso che implica la sostituzione del sedile.

Infatti, l’imbottitura che si trova sotto la stoffa che ricopre il sedile, trattenendo i liquidi e i detergenti, tende a deteriorarsi e a sgretolarsi (come visibile nelle forto), rovinandosi irrimediabilmente e di conseguenza comporta la sostituzione dell’intero sedile.

Per il sottotetto, il probelma è ancora più complesso, in quanto, il tessuto che riveste lo stesso, è incollato con una colla che a contatto con l’acqua e liquidi in genere si scolla, e il risultato è la sostituzione dello stesso che, tra l’acquisto del sottotetto nuovo e il lavoro del carroziere per la sostituzione implica un notevole esborso di soldi.

.

.

3. Lavaggio a secco

Il lavaggio a secco degli interni, eseguito da AutoBrilla ha molti vantaggi a differenza dei sistemi descritti precedentemente, sia sugli interni delle auto di nuova generazione, sia su auto con qualche anno alle spalle, sia su auto di interesse storico.

 

La procedura è molto diversa dai sistemi tradizionale, infatti,   la prima fase è quella di individuare e trattare a mano e con prodotti specifici e mirati le singole macchie sui tessuti (sedili, pannelli laterali, muquette, sottotetto). Successivamente, dopo la rimozione delle singole macchie, con un macchinario particolare, si esegue il lavaggio a secco vero e proprio. Il macchinario utilizza il principio dell’aria compressa, mescolando shampoo specifico e aria ad alta pressione, igniettando il prodotto tra le singole fibre del tessuto e contemporaneamente, sembre con l’ausilio dell’aria compressa, risucchia lo shampoo e lo sporco.

Con il sistema AutoBrilla, su tutti i tessuti trattati, viene eliminato oltre il 95% dello sporco, compresi acari, batteri, muffe, ecc, oltre ad avere il sedile da subito completamente asciutto e, eliminado il problema dell’imbottitura bagnata. Il sistema può essere utilizzato, oltre che sui sedili, anche sulla mouquette e sul sottotetto. Questo sistema di lavaggio a secco, ha eccellenti risultati su auto, furgoni, camper, camion, autobus, ma può essere utilizzato anche in casa, come per divani, materassi, sedie, ecc.

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.